I Kasabian incantano Taormina

Tom Meighan (voce) , Sergio Pizzorno (chitarra e voce), Chirs Edwards (basso) ed Ian Matthews (batteria): questi sono quattro nomi che formano la band Kasabian.

 Lo scorso 19 luglio hanno incantato e affascinato migliaia di spettatori accorsi a (Teatro Antico)  per assistere ad uno dei più grandi show di cui la trinacria abbia mai potuto godere.

Come prima tappa hanno scelto la Sicilia ma nei prossimi giorni il loro tour li porterà all’Ippodromo delle Capannelle di Roma il 21 luglio, al Postepay Sound di Piazzola sul Brenta a Padova il 22 luglio e in Piazza Napoleone a Lucca per il Lucca Summer Festival il 23 luglio.

Formatosi nel 1997 a il gruppo inglese guidato da Tom, ha subito esordito a pochi anni dalla formazione con l’omonimo album, che prontamente si è piazzato nella classifica britannica dei migliori album alternative-rock/indie-rock. Forti di questo primo successo, i Kasabian hanno lavorato su altro materiale cercando di unire quante più sonorità possibili per incantare “track by track” in ogni album.

Il 2006 infatti è l’anno di Empire, album nato da una forte influenza dei Pink Floyd, storiche colonne del rock psichedelico, resi immortali dall’immenso David Gilmour. Via via, i Kasabian continuano a lavorare ininterrottamente; dopo aver inciso West Ryder Pauper Lunatic Asylum, Velociraptor e 48:13, nel giugno 2016 annunciano la loro preparazione di un sesto album, un mix di sonorità cariche di energia e pathos, For Crying Out Loud

Alcuni loro capolavori sono noti perché sono stati inseriti  tra le tracklist di  FIFA basti pensare a Stevie, Club Foot, Fast Fuse e, contenente nell’ultimo lavoro, Comeback Kid.

Come in ogni live anche a Taormina non si sono affatto risparmiati e hanno sorpreso come sempre. Aprendo la serata con I’ll Ray (The King) (prima traccia di For Crying Out Loud), hanno poi creato una set-list che ha toccato molti dei pezzi più importanti del loro repertorio tra cui Stevie, Shoot the Runner, Vlad the Impalor, Underdog, Re-wired e, ovviamente, pezzi di For Crying Out Loud quali Comeback Kid, Bless this acid house, You’re in love with a psycho.

Con lo spettacolo regalato in Sicilia sicuramente hanno riconfermato nuovamente il loro smalto unico e inconfondibile. Lo stesso show sarà replicato a Lucca e a Padova resta solo ai fan preparare i bagagli e partire alla volta di queste città per poter saltare e divertirsi insieme a Pizzorno e la sua ciurma. e magari chissà poter anche godere di un loro incontro ravvicinato.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.