Birkenstock lascia Amazon: troppi falsi in vendita

Il colosso tedesco delle calzature ha deciso di abbandonare l'ecommerce più potente del mondo. Il motivo sarebbero i troppi prodotti contraffatti in vendita.

Birkenstock dice addio ad Amazon

lascia per sempre. Decisione improvvisa ed inaspettata per il colosso tedesco di calzature per il tempo libero. Birkenstock ha annunciato di voler porre fine alla sua collaborazione con Amazon, dal 2018 infatti non ci saranno più prodotti in vendita sulla piattaforma di Jeff Besos.

L’azienda ha deciso di chiudere definitivamente i rapporti con l’ecommerce più famoso e più potente del mondo per un motivo ben preciso: troppi i prodotti contraffatti in vendita su Amazon. I rappresentanti dell’azienda hanno infatti dichiarato che “Il rapporto di fiducia con Amazon si è interrotto a causa delle ripetute vendite di prodotti falsificati sulla loro piattaforma online”. A partire quindi dal 1° gennaio 2018 non vi sarà più alcun tipo di rapporto commerciale tra le due parti.
Amareggiati i dirigenti tedeschi dell‘azienda Birkenstock, in quanto troppo spesso chi acquistava i loro prodotti su Amazon, incappava in prodotti all’apparenza originali, ma che poi si rivelavano essere di scarsa qualità e contraffatti. David Kahan, il Ceo di Birkenstock Usa, ha attaccato più volte Amazon, definendo le sue strategie di vendita come una forma di “pirateria moderna”.

amazon

Secondo l’azienda tedesca infatti, Amazon non si sarebbe impegnata abbastanza per impedire, o comunque limitare le contraffazioni dei loro prodotti. Dall’altro lato, la replica di Amazon non si è fatta attendere, ed ha sottolineato che da sempre l’azienda fa il possibile per contrastare la vendita di prodotti fraudolenti e rimuovere tutti gli articoli che non rispettano le regole.

L’ecommerce di è quindi pronto ad eseguire i controlli previsti e prendere i provvedimenti adeguati. L’azienda tedesca è nata nel 1774 a Francoforte ed ha raggiunto un successo straordinario specializzandosi nel settore delle calzature comode, per il tempo libero, o come molti amano definirle, le cosiddette “scarpe per i turisti”. Nate all’inizio come scarpe ortopediche, Birkenstock deve gran parte della sua fortuna alla passione dei tedeschi per le lunghe passeggiate; solo nel 1960 fu ideata da Karl Birkenstock il classico plantare di sughero, che oggi contraddistingue ed identifica  il marchio tedesco.

Oggi queste calzature sono amate ed utilizzate per la loro comodità non solo dalle mamme e dai turisti, ma anche dagli stilisti e dalle celebrità. Da Cèline a Givenchy, persino Manolo Blahnik e hanno dichiarato di essere fan delle Birkenstock.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *