Le Mary Jane nei ruggenti anni ‘20

La grande moda degli anni '20

nei anni ’20

Facciamo un salto nel passato… Le Mary Jane nei ruggenti anni ’20.

Siamo alla fine della prima guerra mondiale che ha lasciato tracce indelebili e la moda degli anni ’20, è la moda della rinascita.

Si cerca di ricostruire e anche le donne si impongono, le .

Le flappers girls (capelli alla garçonne e abiti al ginocchio), donne estremamente indipendenti, imperversano con le calzature Mary Jane nei ruggenti anni ‘20. https://www.thewebcoffee.net/2018/09/30/-mary-jane/

Indossano la moda che crea abiti e look rivoluzionari per l’epoca.

Le Mary Jane sono scarpe con lo scollo arrotondato, il che tiene ben stretto il piede, il medio.

Esse sono di gran tendenza, le gonne si accorciano e cinturini, fibbie e intagli si fanno notare.

Le scarpe oltre che in cuoio sono anche preziose nella versione da sera in broccato di seta o in satin. Il cinturino è a T.

Le Mary Jane derivano dalla evoluzione delle classiche calzature per bambini, basse con la punta arrotondata e il cinturino trasversale che denotano il passaggio dalla fase di bebè alla fase dei primi passi. Le indossò anche la bambina prodigio Shirley Temple.

Le gambe sono in primo piano e le calze color carne le mettono in evidenza, gli abiti si sono accorciati, compaiono anche i calzini alla caviglia in pizzo o in rete. Le scarpe hanno solitamente un tacco di 6-7 cm per permettere di muoversi con più agilità nella vita quotidiana e… la sera per ballare il e il fox trot. Il tacco infatti era a rocchetto, robusto, non troppo alto, adatto per balli veloci. La , con le sue labbra rosse, la lunga collana di perle e paillettes incanta i maschi dell’epoca e di giorno diventa una donna pratica e dinamica. Le gonne corte verranno poi riprese molti anni dopo come anche le calze corte in rete.

Queste scarpe hanno avuto un successo talmente grande che poi negli anni si sono evolute, hanno modificato tacco e forma del cinturino non passando mai di moda.


One thought on “Le Mary Jane nei ruggenti anni ‘20

  1. AvatarLoriana Frati

    Amo quelle scarpe e la loro punta tonda, detesto quelle punte lunghe e… acuminate assolutamente poco salutari per il piede. Nn si trovano ormai facilmente. Ultimamente mi ero rifugiata nelle inglesi, ma fatte in Cina, Irregular Choice. Sono molto comode, hanno i comodi lacci ma hanno adottato delle fantasie che nn sono di mio gradimento.
    I vestiti sono della lunghezza e fattura che si adattano molto alla mia figura. Mi piacciono molto. Avrei dovuto vivere in quegli anni.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *