Raffinata come la seta….regina delle fibre

La , tessuto raffinato e prezioso, è prodotta dai bachi da .

Il bombix mor, particolare , è quello che produce la seta più preziosa.
La sericoltura (allevamento di bachi da seta) è nata da una grande quantità di bombici e in Giappone, India, Persia e Cina si produce questo tessuto bellissimo.

è molto faticoso produrla e solitamente i posti adibiti a questi allevamenti sorgono vicino piantagioni di gelsi, nutrimento dei bachi. La femmina produce circa 500 al giorno che circa dopo 20 giorni si schiudono e miriadi di piccoli bachi mangiano foglie di gelso, e mutano dimensioni crescendo.

Il piccolo baco cresce e diventa grande e traslucido, è allora che inizia a filarla, secerne questo filo bianco e vi si avvolge.
Le foglie sono digerite dal baco e trasformate in fibroina e le ghiandole del baco la trasformano in una sostanza gommosa chiamata sericina.

Un baco lavora costantemente e riesce a produrre 1500 metri di filo di seta in 48 ore.
Un vero miracolo della natura. Purtroppo la crisalide viene messa in acqua bollente per dar modo di utilizzare il cercare il capofilo e avvolgerlo su un aspo per asciugarlo. La seta grezza è pronta .

Lo chiffon è una stoffa di seta ruvida poiché la sericina viene rimossa parzialmente, mentre la seta è così morbida poiché è stata epurata e sgommata dalla sericina.
Ha anche la proprietà di essere facilmente tinta e il colore si fissa facilmente.

Per le creazioni in seta i leader mondiali sono gli italiani e i francesi.
Le sue qualità sono la lucentezza che somiglia alle perle, la resistenza, indossata permette una buona traspirazione della pelle, è anallergica e resistente al calore. Viene utilizzata per le sue proprietà anallergiche e traspiranti, anche nella creazione dei materassi.
Si lava di solito a secco o a 30 gradi con delicatezza evitando di strizzarlo.
La storia della seta e’ antichissima e l’origine rimane nella storia della Cina.
Indossare abiti di questo tessuto nell’antichità voleva dire essere nobili ed avere una status sociale elevato.
La via della seta ha una storia lunga millenni e Oriente e Occidente furono uniti da questo percorso di viaggio dove era la protagonista dei commerci tra paesi lontani.

Secondo la leggenda le uova dei bachi furono portate a da monaci dell’imperatore Giustiniano, nascoste nei cavi delle canne nel 550. Fino a quel momento le uova erano in Asia.
In Italia, la lavorazione della seta, dopo l’anno Mille si diffuse a sud e nel XII secolo il nostro paese diventò sempre più importante nella produzione.

La seta viene utilizzata molto per gli abiti da sposa e ce ne sono varie tipologie.
L’ è un tessuto di seta leggero e madreperlato, il raso è un tessuto liscio e lucido, la è morbida e leggera e si adatta ad abiti di linea fluida, il mikado di seta è pesante e mette in risalto le forme, il broccato è pesante ed è indicato per i bustini e spesso si presenta con decorazioni floreali rilevate.
L’utilizzo di questo tessuto è impiegato nei foulard, negli abiti, anche nelle scarpe, soprattutto da sposa e in alcuni oggetti di arredamento.

è un materiale prezioso, fornitoci gratuitamente dalla natura ma con una lavorazione faticosa e quindi costosa.

Un capo in seta costa molto, ma averne uno ne vale assolutamente la pena!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.