“Asylum Fantastic Fest”. La paura come Arte.

Si è svolta questa mattina presso la Casa del Cinema di Roma, la conferenza stampa della 1a edizione dell’Asylum Fantastic Fest, alla presenza del direttore artistico Claudio Miani, l’Assessore alla Cultura della città di Valmontone Matteo Leone, il regista ed effettista Sergio Stivaletti, il regista Marco Pollini, il compositore Marco Werba, gli attori AlessandroHaber, RitaRusciano e Annalisa Moretti.

L’obiettivo di questo festival è quello di concedere uno sguardo a tutto tondo sul mondo dell’horror e del fantasy” – ha esordito il direttore artistico. “Per questo, oltre alla selezione cinematografica dove sono stati selezionati anche 16 cortometraggi internazionali, verrà dato largo spazio alla letteratura, ai fumetti, alle arte visive e performative, e ancora la musica e il gaming”, ha spiegato Milani.

Il video-gioco, infatti, occuperà un ruolo centrale all’interno della manifestazione, grazie alla presentazione di Zombie Escape – il primo ad essere realizzato con uno zombie metropolitano – che il pubblico potrà provare in diretta.

Il regista Marco Pollini, poi, ha parlato della sua ultima fatica PoP Black Posta, che verrà proiettato in anteprima europea all’AFF, insieme ad una delle attrici del cast Annalisa Moretti. “Si tratta di un film molto particolare, ambientato interamente in interni e che abbiamo girato in soli 13 giorni”, hanno spiegato i due.

La kermesse, poi, coinvolgerà tutta la città di Valmontone. Una scelta che è stata accolta con grande entusiasmo dal Comune – “Siamo molto felici di aver contribuito alla realizzazione di questo festival e speriamo possa crescere sempre di più”, ha dichiarato l’Assessore alla Cultura Leone.

Far conoscere una zona poco frequentata mi sembra una cosa molto interessante – ha commentato Alessandro Haber sulla decisione di organizzare il festival nel comune laziale – c’è sempre bisogno di cultura e di crescita, danno un senso alla propria vita”.

L’attore parteciperà alla manifestazione con una performance live: “Farò uno spettacolo dove canterò dei pezzi che hanno accompagnato la mia vita, con dei momenti di poesia. L’idea di mettersi sempre in gioco come se fosse la prima volta è la forza che mi ha spinto nei miei 52 anni di lavoro. Cercherò di divertirmi e di emozionare il pubblico, è un gioco di scambio per me”. Haber ha infine aggiunto: “Senza queste iniziative e senza il pubblico, noi non siamo niente. Mi auguro che questo festival abbia una lunga crescita”.

Sergio Stivaletti, invece, presenterà all’AFF il suo ultimo film Rabbia furiosa, la sua versione della drammatica vicenda del Canaro della Magliana: “un film del genere ti dà l’occasione di sperimentare storie e strade nuove, anche se spesso, le storie inventate diventano reali purtroppo”, ha dichiarato il regista.

Ho passato la mia vita nel fantastico, tra effetti speciali e cinema horror. Credo che l’elemento fantastico renda i film migliori”.

L’ Asylum Fantastic Fest si svolgerà dal 9 al 12 maggio 2019 a Valmontone.

L’Asylum Fantastic Fest, nasce come Festival Istutzionale della Città di Valmontone da un progetto dell’Officina d’Arte OutOut, e si presenta come un Festival d’Arte dell’0rrore e del Fantastico che mira a legare nella propria veste: Arte, Cinema, Musica, Letteratura e Società.

Dall’idea del Fondatore e Direttore Artistico Claudio Miani, si colloca nel cuore del Lazio, per divenire un punto di riferimento a livello nazionale e internazionale per gli amanti del genere, in una visione di progetto culturale a lungo termine capace di portare ulteriore risalto, prestigio e turismo all’intera area territoriale.

Un Festival d’Arte come progetto “culturale vivo”, dove non si vuole solo intendere la cultura nella quale viviamo, l’attualizzazione della tematica e della forma espressiva legata al mondo dell’Orrore, ma a raggio più ampio, tutte quelle esperienze con le proprie radici e quelle evoluzioni da esse sviluppatesi, che nell’accezione positiva di globalizzazione vanno ad interscambiarsi in nuove realtà culturali. Si tratta quindi di interpretare un mondo dandogli nuova forma, percependone contenuti e aspirazioni per manifestarli e comunicarli attraverso il cinema, la letteratura, la musica, le arti performative, il fumetto, l’animazione e il contest live. Una ricerca densa di stimoli e spunti, di nuove composizioni linguistiche ed orizzonti simbolici, che al meglio si esprimono in una diegesi visiva, narrativa e strutturata, in grado di offrire nuove prospettive di genere.

Lo scopo principale dell’Asylum Fantastic Fest è fornire reale visibilità e sostegno alle eccellenze della creatività horror, promuovendo realtà e opere che siano in grado di fornire nuove letture contenutistiche e soprattutto porsi in confronto con i nuovi linguaggi 2.0. La ricerca di nuove tendenze e l’apertura a bacini attualmente non massificati, permette di garantire la realizzazione di un Festival capace di porsi come punto di riferimento pluriennale per una corrente da sempre in cerca di stimoli e sviluppi. Un evento che vuole porsi come occasione per stimolare la collaborazione tra giovani artisti italiani e internazionali, proponendo momenti di incontro e di scambio per le sezioni presenti al Festival.

Contaminazione è la parola che contiene sufficientemente e con chiarezza l’importanza che l’Asylum Fantastic Fest riserba, in questa prima edizione e riserverà in quelle a venire, all’incontro tra le differenti forme artistiche. Lavorando in un ambito non formale, dove tutte le realtà coinvolte risulteranno corresponsabili dell’organizzazione, si potrà raggiungere il comune obiettivo di realizzare un contesto espressivo dove ciascuna delle persone partecipanti possa esprimere le proprie potenzialità creative.

In questa Prima Edizione oltre al tradizionale Festival Cinematografico che verrà affiancato da retrospettive, speciali e prime europee, vi sarà un ampio spazio per la letteratura e il fumetto, esposizioni di effetti speciali e oggettistica cinematografica, eventi di make up, antologiche musicali e un contest di Cosplay tra Orrido e Fantastico.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *