La donna si emancipa, le gonne si accorciano…..i ruggenti anni Venti

1920 – Donna femminile, sensuale e un po’ provocante.
Agli inizi degli anni 1920 Jeanne , sarta francese realizzava abiti bellissimi introducendo le crinoline, ricami e per la propria figlia, e Coco con la sua moda essenziale, presa dal guardaroba maschile e reinventata con classe per il guardaroba della donna, rappresentavano la moda dell’epoca.

Il momento storico era la fine della Prima guerra Mondiale e l’unico paese che aveva benessere era l’America.
Le nuove mode e idee provenivano da questo paese, la Francia fu la prima ad adottare il cambiamento e questo avvenne anche nel campo della moda.
L’Italia seguì la moda di Parigi e nacque una collaborazione tra i due paesi, ma l’Italia dette un tocco di italianita’ alla produzione tessile e al vestiario con l’applicazione di merletti, pizzi, perline di tradizione artigianale.
Chanel, con i suoi tubini neri corti anticipò la moda alla garçonne, il si accorcio’ sotto il ginocchio e si aggiunsero le sottili spalline, le perline e le , la donna indosso’ le calze e la collana di perle a filo lungo, i capelli si tagliarono alla garçonne, corti, e la donna fu il simbolo di una nuova emancipazione e di una nuova prosperità.
La donna cominciò a fumare, a studiare, ad evolversi. Anche le sue forme si trasformarono.
L’ideale di donna cambiò, il corpo della donna divenne come una adolescente senza curve e senza seno. Una curiosità: il reggiseno veniva creato per schiacciare il seno.
La moda del momento si rifece al razionalismo: linee dritte, abiti corti, vita bassa e tessuti morbidi.
Il cappellino e’ rappresentato dalla calata fino agli occhi, che dà un tocco di mistero.
L’abito da sera, leggero, è con spalline sottili un tubino con frange, di solito ornato di perline. Adatto per ballare il ….. gli accessori sono le stole, le paillettes, le piume di struzzo.
Le labbra fatali sono truccate di rosso fuoco e si fuma con il bocchino.Le calze sono trasparenti.
Le scarpe sono le , con , scollo arrotondato e tacco medio che non sono mai passate di moda.
La donna indossa i pantaloni, le giacche si accorciano anche se, per un periodo breve, si riallungano.
Un altro elemento è l’utilizzo negli abiti di fantasie o decorazioni, arabeschi, che si rifanno alle scoperte archeologiche dell’epoca effettuate in Egitto.

Una moda che amo molto per il suo fascino retrò ma anche per la sua modernità.
I tubini hanno attraversato varie epoche ma il loro fascino e’ rimasto inalterato, i capelli a sono sempre attuali, il filo di perle e’ un classico e le scarpe con cinturino hanno cambiato forme e tacchi ma sono sempre in auge…. Questo e’ stile ed eleganza.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *