L’Ambasciata dell’Azerbaigian celebra il 95mo anniversario della nascita del Leader Nazionale Heydar Aliyev

L’Ambasciata della Repubblica dell’Azerbaigian in Italia ha organizzato un evento per ricordare il 95mo anniversario della nascita del Leader Nazionale Heydar Aliyev.

La serata ha visto la presentazione al pubblico della novità editoriale   “Heydar Aliyev e l’Azerbaigian indipendente. Discorsi e interventi” , edito da Edizioni Nuova Cultura a cura di Daniel Pommier Vincelli e Andrea Carteny, di Sapienza Università di Roma.

A porgere i saluti iniziali l’Ambasciatore dell’Azerbaigian S.E. Mammad Ahmadzada, che ha tracciato le linee essenziali della figura del presidente Heydar Aliyev. Egli, nel decennio del suo mandato, tra il 1993 e il 2003, ha traghettato il paese, nuovamente indipendente, dalle rovine post URSS verso la stabilità, la crescita economica, rafforzandone la posizione internazionale.

L’Ambasciatore ha ringraziato gli autori del volume e ha sottolineato come oggi  il paese abbia un ruolo leader nella regione e nella sicurezza energetica internazionale, e come ciò sia dovuto anche alle politiche lungimiranti avviate negli anni ‘90 dal presidente Heydar Aliyev.

Gli autori del libro Pommier e Carteny hanno presentato il volume, che ha il pregio di essere pensato per un pubblico più ampio dei soli addetti al mestiere. Il testo, attraverso i discorsi ufficiali del presidente Heydar Aliyev, si articola in quattro macro aree: politica interna, il conflitto del Nagorno Karabakh tra Armenia ed Azerbaigian, le relazioni internazionali e i rapporti con Italia e Santa Sede, sviluppo economico.

 

Tutti i discorsi selezionati e tradotti in Italiano fanno riferimento a momenti essenziali nella vita del paese, come il ritorno di Heydar Aliyev dopo il gennaio nero, la cerimonia di sottoscrizione dell’accordo tra Azerbaigian e UE, le cerimonie per la firma del contratto del secolo e per l’accordo sull’oleodotto Baku-Tbilisi-Ceyan.

E’ poi intervenuta l’ex Ambasciatrice dell’Italia in Azerbaigian Margherita Costa, che ha ricordato la figura del Leader Nazionale, con cui ha avuto la possibilità di lavorare durante il suo mandato in Azerbaigian.
La serata è poi proseguita con un concerto di musica classica azerbaigiana ed internazionale, in cui si sono esibiti il tenore azerbaigiano Aver Rzazada, il soprano bambino Gianluigi Sartori, accompagnati al pianoforte da Mushvig Guliyev.
Una serata, terminata con un ricevimento, di grande calore, in cui gli amici dell’Azerbaigian, esponenti del mondo della politica, della cultura e dei media, hanno potuto approfondire la conoscenza della figura del Leader Nazionale, che ha tracciato con coraggio e fiducia la strada per l’Azerbaigian moderno e sviluppato di oggi.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.