Natale e le grandi abbuffate: l’inutilità del digiuno pre e post

La paura delle troppe calorie induce al digiuno, ma è altamente inutile

Si avvicina il e come ogni anno molta gente si prepara al consumo dei cibi tradizionali e dei  grandi pranzi. Difficile per chi cerca di mantenere la perfetta forma fisica; una delle tante soluzioni adottate – oltre il consueto sport – è il digiuno in preparazione alle grandi abbuffate. Ma è davvero utile arrivare al Natale a stomaco vuoto per poi consumare migliaia e migliaia di calorie tutte in una volta? Molti dietologi e nutrizionisti sconsigliano caldamente di digiunare sia nella vita in generale sia per le grandi mangiate come quelle del periodo natalizio. Ciò risulta dannoso per la salute: ad esprimersi infatti è stato l’Istituto Superiore di Sanità che ha attenzionato proprio alla prevenzione di eventuali intossicazioni da cibo. Come è ben noto, per una corretta alimentazione è necessario non solo consumare 5 pasti al giorno – che favoriscono il normale ciclo metabolico – ma evitare in maniera del tutto assoluta il digiuno poichè si verrebbe a creare un “corto circuito” del metabolismo che ne comprometterebbe la sua normale attività. Il digiuno non solo provoca danni a livello gastrico ed ormonale, ma aumenta il senso di fame rispetto a quello che si ha nel normale consumo di pasti, dovuto proprio a sbalzi insulinici. Chiaramente i digiuni a lunga durata devono essere monitorati da un buon medico altrimenti causerebbero seri danni all’organismo. Onde evitare di mettere su chili, è importante allora evitare il pane, non abusare con i dolci e preferire il panettone al pandoro dato il minore contenuto di calorie e zuccheri e – naturalmente – porre dei freni anche con gli alcolici: un bicchiere di fino nei due pasti della giornata (pranzo e cena) è più che sufficiente non solo per una sana attività cardiaca ma anche per essere di buon umore e trascorrere le feste con il sorriso.


One thought on “Natale e le grandi abbuffate: l’inutilità del digiuno pre e post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *