Netflix – Disney: è divorzio!

La Walt Company, nota semplicemente con il nome Disney, epocale multinazionale americana attiva per scopi mediatici e di intrattenimento, sita a Burbank (California), la cui fondazione risale al 1923 in qualità di studio cinematografico ad opera di Walter Disney, ha deciso di stupire ancora una volta il grande pubblico di adulti e bambini, soprattutto bambini, lanciando un servizio personale annunciato dalla società stessa e reso disponibile entro il 2019.
Così facendo, il nuovo servizio si renderà indipendentemente da , azienda americana che opera nell’ambito cinematografico al fine di proporre ed offrire migliaia di contenuti con un semplice abbonamento, appoggiandosi così a BAMTech, azienda sulla quale la Disney stessa ha investito 1,58 miliardi di dollari per la trasmissione in straming dei più importanti eventi sportivi di ESPN, Major LeagueNational Football League. Tale servizio inaugurerà il suo operato prima negli Stati Uniti per poi diffondersi nel resto del mondo.

Questa decisione da una parte rappresenta un’ulteriore opportunità di incassi per la società americana da un lato e un colpo basso per Netflix, consapevole che dovrà rompere gli accordi stretti con Disney a partire proprio dal 2019.

In una nota ufficiale Netflix dichiara: “I nostri accordi con Disney al di fuori dagli Stati Uniti rimangono esattamente come sono e la decisione di Disney non ha alcun impatto sui film che potremmo avere tramite accordi separati nei mercati internazionali. La scelta di Disney riguarda esclusivamente gli Stati Uniti ed è relativa solo ai film cinematografici. I membri di Netflix negli Stati Uniti avranno accesso ai film Disney disponibili sul catalogo fino alla fine del 2019, compresi tutti i nuovi film che verranno proiettati nelle sale cinematografiche entro la fine del 2018. Continuiamo a collaborare con la Walt Disney Company a livello globale su molti fronti, inclusa la Marvel TV”.

Con ciò è chiaro che contenutisticamente parlando, cartoni animati come Frozen, Toy Story e molti altri saranno visibili sul nuovo servizio, mentre i prodotti di stampo Marvel e Lucasart resteranno ancora disponibili su Netflix.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *