“Plug In Baby” compie 17 anni

Lo storico pezzo dei Muse dal riff accattivante spegne 17 candeline

Venne alla luce esattamente 17 anni fa, nel 2001, uno dei pezzi destinati ad entrare nella storia del rock. Dalla mente di Matt Bellamy e soci – Chris Wolstenholme al basso e Dominic James Howard alla batteria – con un riff energico e accattivante, Plug In Baby – singolo contenuto nel secondo album dei tre del Devon, Origin of Symmetry, uscito il 17 luglio dello stesso anno – dopo poco tempo diventato uno dei pezzi più amati da tutto il mondo, specie dai pazzi musers (comunissimi giovani provenienti da tutto il mondo riuniti attraverso i social grazie ad un gruppo che porta il nome di Italia Musers Do It Better). Pubblicato il 5 marzo 2001, Plug In Baby è la quinta traccia di uno degli album più energici del repertorio dei Muse; il singolo è stato definito da Total Guitar – magazine inglese – come il pezzo dal riff più bello degli ultimi dieci anni della storia del rock (per l’esattezza tra i 25 riff più energici e belli della storia).

Il – girato in una camera da letto – vede immagini di figure femminili “fluide” alternarsi nelle varie scene con i 3 giovani che suonano energicamente mentre nella parte finale un’esplosione sembra accompagnare in perfetta sincronia il falsetto intonato da Bellamy, proprio a chiusura di un brano dai toni a dir poco intensi ed esageratamente ritmici. Non si sa con certezza per chi fosse stato inciso il pezzo – si pensa che l’idea sia nata dalla genialità di Matt dopo aver visto una vetrina di un Sexy Shop – nonostante tutto il riff è inconfondibile e ancora ora chi ha la possibilità di assistere ai diversi live che periodicamente vede protagonisti i Muse non può fare a meno di saltare e divertirsi a ritmo delle parole che Matt stesso intona: “My plug in baby, crucifies my enemies when I’m tired of giving, whoa. My plug in baby in unbroken virgin realities is tired of living oooh”.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *