Posticipi cinematografici: “Black Widow” come “Wonder Woman 1984”. Tra delusione e rabbia dei fan

Come è accaduto a “Black Widow”, di casa Marvel con protagonista Scarlett Johansson che sarebbe dovuto uscire il 24 aprile e per ovvi motivi è stato posticipato al 6 novembre, almeno così i hanno lasciato trapelare dalle ultime indiscrezioni, anche “Wonder Woman 1984”, sequel dell’omonimo film con Gal Gadot, slitta al 25 dicembre 2020.

Decisioni dure da parte dei produttori che sicuramente non sono viste di buon occhio dai fan di tutto il mondo, che sperano di vedere al più presto i loro supereroi sul maxischermo. Il rinvio, soprattutto riguardante “Black Widow” sembra avere motivazioni che riguardano le incertezze e le titubanze dell’equipe americana, derivanti proprio dal timore di un nuovo effetto pandemia.

Di certo non si potrebbe affermare la stessa cosa per quel che riguarda “Tenet”, il nuovo prodotto cinematografico firmato Christopher Nolan che ha ricevuto incassi degni di nota che superano qual si voglia aspettativa a giudicare dalla situazione in cui vive l’America da due mesi a questa parte.

Si prevedono dunque cifre pressoché simili per il nuovo film Marvel, qualora si mantenesse tale la data di uscita, a giudicare dalle vicende raccontate di una delle eroine Avengers  più amate e dal cast che affiancherà Scarlett, uno fra tutti David Harbour, che vestirà i panni di Red Guardian.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *