Premiati dal Gambero Rosso i migliori pasticcieri italiani 2018

Giovedi 30 novembre si è svolta la cerimonia di premiazione dei pasticcieri italiani; scenario da favola per un mondo da favola, il ristorante Giuda Ballerino dell’Hotel Sina Bernini Bristol di Roma, che la Guida “ Pasticcieri&Pasticcerie 2018 “ di Gambero Rosso ha scelto per conferire a quei pasticcieri italiani che sempre più rivolgono le loro attenzioni allo stile ed alla forma senza perdere di vista la particolarità del gusto.
La guida, giunta alla sua settima edizione, evidenzia tutta la gioia del palato e la felicità che gli occhi sanno esprimere: un binomio praticamente indissolubile.
In pasticceria, scienza esatta, la cura del dettaglio, il gusto del cesello giocano un ruolo determinante. L’attenzione alla forma e alla presentazione hanno dunque un’importanza primaria e i migliori pasticceri italiani ne hanno preso coscienza.
Quest’anno alcune importanti novità: tre nuove ed esclusive torte; per la prima volta una donna al vertice e la individuazione del pasticcere Emergente individuato in Marcello Rapisardi, di Milano. Inoltre, la novità dell’anno: la Cannavacciuolo Bakery – Novara.
Non a caso nell’ultimo anno sono nati locali di gran classe pensati per valorizzare i prodotti e regalare la migliore accoglienza per i clienti. Tutto questo senza perdere di vista la sostanza e la bontà della proposta, compresi esperimenti sempre più interessanti nel campo della pasticceria salata. Cambiano le forme e le tecniche (monoporzioni, barattoli, vasocottura, ecc) e c’è massima attenzione al “sapore”, alla valorizzazione del territorio e alla riscoperta dei classici dando loro, complici tecnica e creatività, una nuova e intrigante veste.
Ma veniamo ai numeri. Le Tre Torte passano da 18 a 21 con tre nuovi ingressi: Belle Hèléne – Tarquinia (VT) di Francesca Castignani – per la prima volta una donna al vertice -, Sciampagna – Marineo (PA) di Carmelo Sciampagna e Antico Caffè Spinnato – Palermo, la storica pasticceria nella quale è arrivato a capo del laboratorio Maurizio Santin.
I premi speciali sono stati così assegnati:
Pasticcere emergente Marcello Rapisardi di Pasticceria&Dessert di Milano
Novità dell’anno: Cannavacciuolo Bakery – Novara
Miglior comunicazione digitale: Pasticceria Marisa – San Giorgio delle Pertiche (PD)
Miglior pasticceria salata: Martesana – Milano
Al termine della cerimonia, appendice finale dedicata ai migliori pastrychef che operano in alcuni dei grandi ristoranti italiani.
La pasticceria della ristorazione di qualità è un altro interessantissimo capitolo dell’universo dolce, da esplorare e valorizzare e non nutriamo alcun dubbio che il Gambero Rosso saprà senz’altro apprezzare ed ulteriormente valorizzare questo importante settore dell’arte gastronomica italiana.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *