Presentata alla BIT di Milano l’edizione 2018 del WTE UNESCO di Siena

Dal 28 al 30 settembre il Museo di Santa Maria della Scala di ospiterà, per la seconda volta, una edizione del ( World Tourism Event for Unesco Cities an sites ). Tante le novità del Salone 2018 che diventa parte integrante del percorso museale: sarà, infatti, la suggestiva sala del Pellegrinaio, con il suo splendido ciclo di affreschi del Quattrocento senese, diario di vita quotidiana dell’epoca, insieme alle altre sale affrescate, a fare da cornice all’area espositiva del Salone, mentre ambienti attigui opportunamente attrezzati ospiteranno gli incontri in programma.

La bellezza dei siti Unesco sposa la ricchezza di uno dei musei più importanti della città toscana, che per i tre giorni del WTE resterà aperto gratuitamente al pubblico.

Organizzato da M&C Marketing Consulting con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, del MIBACT, dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco, della Regione Toscana, di Toscana Promozione Turistica, del Comune di Siena, di Confindustria Toscana Sud e con il supporto diEnit, il Salone intende essere non solo un momento di promozione delle città e dei siti patrimonio dell’Umanità, ma anche occasione di riflessione e confronto sulle tematiche legate allo sviluppo di un turismo sostenibile, che preservi il patrimonio culturale locale e ne faccia, in maniera responsabile, il volano di sviluppo del territorio.

Il programma della kermesse prevede -secondo un format ormai consolidato- una parte nella quale il pubblico potrà ammirare e conoscere i numerosi siti Unesco presenti e avere tutte le informazioni per organizzare un viaggio da sogno e un’altra di approfondimento, con incontri e seminari rivolti ad un pubblico esperto e agli operatori.

Dall’anno scorso, il Salone ha, inoltre, aperto i suoi spazi anche ai club Unesco e alle candidature inserite nella Tentative list che intendano partecipare al dibattito. Nella passata edizione, ben 125 sono stati i luoghi Unesco presenti da tutto il mondo e tre le candidature promosse in quell’occasione (la cavatura del Tartufo, la Via Francigena e i Campi Flegrei). Oltre un centinaio i buyer internazionali presenti.
Nella giornata di apertura del salone è previsto anche un workshop b2b, al quale parteciperanno oltre 60 tour operator italiani e stranieri, che nei giorni della kermesse avranno poi l’opportunità di visitare il territorio di Siena e della Toscana.

L’appuntamento con il WTE Unesco è stato presentato questa mattina alla Bit di Milano nello spazio espositivo della Toscana dall’Assessore al Turismo del Comune di Siena Sonia Pallai.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *