Tim, Vodafone e la paura corre sul filo del rasoio

Avete presente l’operatore Sip ? No? Allora chiedetelo ai vostri zii, nonni e genitori, la Sip era l’operatore monopolista italiano, ossia, Telecom Italia , l’attuale fisso e mobile, lei era la monopolista italiana, poi nel 1994 le licenze furono liberalizzate e nacque Omnitel ( Olivetti Groop Italia ) , assorbita da Vodafone nel 1998 , quando nasceva Wind ( dal gruppo Enel ) acquisita nel 2009 dal magnate russo che la detiene attualmente la proprietà assoluta facendola crescere a livelli esponenziali, fondendola lo scorso lunedì 7 novembre con 3 generando un unico operatore con oltre 35 milioni d’utenti tra l’operatore Poste mobile , la stessa Wind , Info Strada ( rete fissa ) e quindi 3 Italia.

In breve quindi avete capito la storia degli operatori italiani, noi del blog vi abbiamo dato conto in anteprima assoluta della fusione Wind – 3 lo scorso agosto 2016 diventato realtà da sette giorni, concretizzandosi poi il primo gennaio 2017 con un operatore unico con un marchio unico ( probabilmente verrà scelto Wind ) .

I giochi sono ancora da giocare, sapete perchè ?

Perchè in Italia mancherebbe all’appello un quarto gestore concorrente, per questo l’autority sulle telecomunicazioni ha dato l’alto là mettendo le carte in tavola con delle regole, la prima ; Wind e Tre dal primo gennaio dismetteranno di fatto alcuni dei loro impianti che verranno acquisiti dal gestore francese Free mobile ( ne parlammo mesi fa in anteprima ampiamente ) , secondo punto Free mobile dovrà quindi contrastare a livello di concorrenza i già esistenti operatori italiani per una corretta concorrenza di mercato.

Che stanno combinando l’ex monopolista Tim e la corazzata Vodafone ?

Di certo non rimarranno alla finestra , rischiando tra l’altro di buttarcisi di sotto, quindi Tim riprova a lanciare un gestore virtuale low cost sperando di non ripetere il fallimento di Mtv mobile nato con lo stesso proposito.

Il nuovo gestore prenderà il nome di Novarca , già esistente assorbito da poche ore da Tim tentando di giocare d’anticipo sull’arrivo del potente concorrente francese, cercando di lanciare tariffe low cost appunto.

Vodafone dopo il lampo di genio cancellando il numero 404 messo a disposizione da anni per i propri clienti per conoscere il credito tramite sms, mette a pagamento il rimanente 414 al costo di contatto 2 euro , perchè ?

Beh dovremmo chiederlo a chi si occupa di gestioni aziendali Vodafone Italia dopo questa scelta quantomeno azzardata e discutibile.

Comunque Vodafone dicevamo nonostante le sue scelte discutibili sul 414, farà tornare in auge Tele2 ( ex Tele Tu ) rilanciando quindi il marchio con nuove offerte, affiancandolo al già esistente Vodafone linea fissa.

Di fatto Wind e 3 come già detto raccoglieranno , anzi hanno raccolto dopo la fusione , oltre 35 milioni di clienti tra fisso e mobile, l’arrivo di Free mobile da giungo 2017 sta facendo dormire sonni irrequieti alle due corazzate che per anni hanno dettato legge di mercato in Italia .

 

 

trasferimento


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *