Tutta la serie A al photo finish

Dove eravamo rimasti? Sì avete perfettamente ragione, eravamo rimasti all’esodo rossonero, alle prime conquiste, e ai primi sogni di quel tanto bramato posto in Europa, quel posto in Europa attualmente, sembra essere svanito, il diavolo rossonero, perde troppe fermate per quel treno in corsa verso la Champions, ma andiamo in ordine.

Tutto iniziò nel girone di andata, con la solita vecchia signora che niente. Manco fossero noccioline, attualmente, di punti in classifica nel 55 dopo aver vinto per una rete a zero sul l’Inter, il derby d’Italia, poi c’è la Lazio, quella squadra così blasonata, che si trovava a metà classifica fino al girone di andata, ora si ritrova comodamente dei primi posti, dall’altra parte della barricata Romana, la squadra giallorossa, con un match da recuperare, sembra rimanere salda nei suoi sogni al di là di qualche piccolo passo falso.

Su quel treno chiamato Europa, c’è salito da un pezzo anche il Napoli, in quest’ultima giornata, abbattuto per 6 reti a 1 Bologna attonito atterrito, mentre il diavolo rossonero all’ora di pranzo fa andare di traverso il boccone ai tifosi incollati al televisore, non riuscendo a strappare neanche un pareggio scendendo quasi definitivamente da quel treno chiamato Europa.

Questa è la serie A italiana che continua a incantare e non smette di tenere inchiodate al televisore milioni di tifosi, l’Inter, con lei che aveva quasi tutto da perdere all’inizio campionato, hai iniziato a sognare con i primi tre punti utili, reduce da 7 partite consecutive utili per la corsa Champions, forse la sconfitta nel derby d’Italia ieri sera, dopo comunque un’ottima partita giocata sul campo contro la vecchia signora, forse ha poco da recriminare sì.

In fondo la vita è fatta a scale c’è chi scende e c’è chi lo sale, lo sai benissimo il diavolo rossonero, mentre la vecchia signora continua a mettere punti, forse questa la grandezza di una grande squadra, il non temere mai, non avere paura di giocarsela fino in fondo perché questo è il senso del buon calcio giocato.

Domani sera allo stadio Olimpico, toccherà alla Roma non fermare il suo sogno, continuare a inseguirlo, giocando e concludendo questa giornata di ritorno, in casa sua, dove tutto è possibile, ma si sa, ogni partita di calcio ea se stante, ogni merce ha una storia a sé.

Non ci rimane altro che attendere quindi il fischio d’inizio domani sera all’Olimpico alle ore 20:45, per continuare a godere dell’ottimo calcio, e magari chissà, sperare che la Roma continua a tenere il passo di una Juventus inarrestabile, perché fondamentalmente allo stato attuale dei fatti, sembra proprio che la vecchia signora proprio come 5 anni fa anche oggi, risulta essere la squadra più organizzata, con più grinta e determinazione, almeno in Italia.

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.