“Welfare Italia Forum” – evento incentrato sull’evoluzione delle politiche sociali nel nostro Paese.

Si svolge a Roma il 4 Dicembre, presso Palazzo Venezia, il “Welfare Italia Forum” evento annuale di riferimento per la discussione sui temi del welfare, organizzato da Unipol in collaborazione con The European House – Ambrosetti.

In questa occasione è presentata la prima edizione del Rapporto Think Tank “Welfare, Italia” sviluppato da Unipol Gruppo e The European House – Ambrosetti. Al centro una nuova visione per il sistema di welfare del Paese e la sua sostenibilità.

Tra i relatori confermati:

Carlo Blangiardo (Presidente, Istat)

Thomas Bollyky (Director of the Global Health Program, Council on Foreign Relations)

Alberto Brambilla (Presidente, Itinerari Previdenziali)

Veronica De Romanis (Professore di Politica Economica Europea, Stanford University di Firenze e LUISS di Roma; membro del Comitato Scientifico del Think Tank “Welfare, Italia”)

Manuela Geleng (Director Skills, Directorate-General for Employment, Social Affairs and Inclusion, European Commission)

Giuseppe Guzzetti (Avvocato e filantropo; già Presidente, Fondazione Cariplo; membro del Comitato Scientifico del Think Tank “Welfare, Italia”)

William A. Haseltine (Chairman, Access Health International)

Giuseppe Provenzano (Ministro per il Sud e la Coesione Territoriale)

Walter Ricciardi (Presidente “Mission Board for Cancer”, Commissione Europea; già Presidente, Istituto Superiore di Sanità; membro del Comitato Scientifico del Think Tank “Welfare, Italia”)

Paul-André Rosental(Professor of Contemporary History, Sciences Po, France; Institut National d’Etudes Démographiques)

Stefano Scarpetta (Direttore Dipartimento di Employment, Labour and Social Affairs, OECD; membro del Comitato Scientifico del Think Tank “Welfare, Italia”)

Pierluigi Stefanini (Presidente, Unipol Gruppo)

Tiziano Treu (Presidente, CNEL; già Ministro del Lavoro e della Previdenza sociale).

Con le relazioni di apertura e di chiusura di Carlo Cimbri (Group CEO, Unipol Gruppo) e Valerio De Molli (Managing Partner e CEO, The European House – Ambrosetti).

Conduce i lavori: Antonio Polito (Editorialista, Corriere della Sera).

Nel 2019 il progetto “Welfare, Italia” di Unipol Gruppo, grazie al supporto del Gruppo di Lavoro The European House – Ambrosetti, evolve in un Think Tank. La missione è fornire un contributo concreto alla definizione di una visione del welfare, che supporti lo sviluppo sociale ed economico del Paese, l’inclusività e la sostenibilità. Il Think Tank “Welfare, Italia” ambisce inoltre ad essere una piattaforma permanente di discussione, di condivisione di idee e di valorizzazione di buone pratiche di carattere pubblico, privato, no profit.

L’iniziativa è supportata da un Comitato Scientifico composto da Veronica De Romanis (Professore di Politica Economica Europea, Stanford University di Firenze e LUISS di Roma); Giuseppe Guzzetti (Avvocato e Filantropo; già Presidente, Fondazione Cariplo); Walter Ricciardi (Head of “Mission Board for Cancer”, Commissione europea; coordinatore del Comitato Scientifico, Human Technopole; già Presidente, Istituto Superiore di Sanità); Stefano Scarpetta (Direttore Dipartimento di Employment, Labour and Social Affairs, OECD)

Il progetto “Welfare, Italia. Laboratorio per le nuove politiche sociali”, promosso nel 2010 dal GruppoUnipol, evolve oggi in un ThinkTank. Dopo dieci anni di esperienza e grazie al contributo attivo di centinaia di stakeholder di settore, il progetto si rafforza attraverso la partnership con The European House –Ambrosetti.

 Il Think Tank “Welfare, Italia”,presentato oggi nell’ambito della 45esima edizione del Forum Ambrosetti, fornirà un contributo concreto alla definizione di welfare quale motore dello sviluppo sociale ed economico del Paese.In particolare, si configurerà come una piattaforma permanente di discussione, di condivisione di idee e di valorizzazione di buone pratiche di carattere pubblico e privato.Molteplici sono gli obiettivi del Gruppo Unipol e The European House –Ambrosetti: •creare un osservatorio permanente del sistema di welfare in Italia, che tenga conto dell’evoluzione dello scenario economico, sociale e tecnologico di riferimento; •identificare e studiare i casi benchmark internazionalidai quali l’Italia può trarre ispirazione nel disegno delle politiche di welfare pubbliche e private; •definire una visione del welfare che valorizzi il ruolo complementare del privato e del terzo settore nel sostenere un percorso di crescita del Paese inclusivo e sostenibile; •identificare indirizzi e proposte di policy per l’ottimizzazione e la valorizzazione di tutte le componenti del sistema di welfare nazionale; •attivare unapiattaforma autorevole e distintiva per la discussione di tutte le tematiche strategiche del welfare.

Obiettivi rispondenti alla serie di sfide che il sistema del welfare del Paese si accinge ad affrontare, quali:sostenere la crescita sociale attraverso l’evoluzione del sistema diwelfare, considerato che ad oggiil16,2% del PILè assorbito dalla spesa previdenziale (pensioni e assistenza), mentre quella legata aservizi(assegni familiari, supporto per asili, congedo di maternità e paternità, supporto alle famiglie mono genitoriali, ecc.) pesa solo per l’1,0% del PIL; mettere a sistema lenuove forme di protezione e inclusione sociale(sostegno al reddito, formazione continua, lotta alle povertà); riorientare il supporto socialealla mutata struttura familiareche presenta una maggior incidenza delle famiglie monocomponenti rispetto al passato (tra il 2010 e il 2018 sono passate dal 28% a oltre il 33% del totale); sfruttare le opportunità delprogresso scientifico e tecnologicoper migliorare i servizi di prevenzione, la gestione delle cronicità e le prestazioni assistenziali; sostenere l’integrazionetra welfare pubblico e privato, considerato che adoggi la spesa sanitaria privata in welfare vale 40 miliardidi euro, di cui solamente il 9% è intermediata da forme integrative e la restante parte finanziata dalle famiglie out-of-pocket, mentrecirca il 30% della forza lavoro (7,9 milioni di lavoratori) aderisce a forme di previdenza complementare; infine, accrescereil carattere universalistico della protezione sanitaria e previdenziale, anche attraverso l’ampliamento del welfare aziendale neltessuto produttivo nazionale.

.Il Think Tank porterà alla stesura diun Rapporto strategico che definirà sia la visione di medio-lungo termine per il sistema di welfare italiano sia il perimetro di prestazioni poste alla base della protezione e della coesione sociale. Inoltre, il documento fornirà approfondimenti specifici su temi di interesse per il welfare, oltre a indirizzi strategici e policy individuate per Istituzioni, Business Community e Terzo settore.Il Rapporto strategico sarà presentato nel corsodi un Forum annuale, la cui prima edizione si terrà il 4 dicembre 2019a Roma, quando i risultati emersi saranno oggetto di dibattito e confronto tra leader politici, esponenti delle Istituzioni e della Business Community

Unipol Gruppo S.p.A.Unipol è uno dei principali gruppi assicurativi in Europa con una raccolta complessiva pari a circa 12,4 miliardi di euro, di cui 8,0 miliardi nei Rami Danni e 4,4 miliardi nei Rami Vita (dati 2018). Unipol adotta una strategia di offerta integrata e coprel’intera gamma dei prodotti assicurativi e finanziari, operando principalmente attraverso la controllata UnipolSai Assicurazioni S.p.A., nata all’inizio del 2014, leader in Italia nei rami Danni, in particolare nell’R.C. Auto.Il Gruppo è attivo inoltre nell’assicurazione auto diretta (Linear Assicurazioni), nell’assicurazione trasporti ed aviazione (Siat), nella tutela della salute (UniSalute), nella previdenza integrativa e presidia il canale della bancassicurazione. Gestisce inoltre significative attività diversificate nei settori immobiliare, alberghiero(Gruppo UNA)e agricolo (Tenute del Cerro). Unipol Gruppo S.p.A. è quotata alla Borsa Italiana.

The European House -AmbrosettiThe EuropeanHouse -Ambrosetti è un gruppo professionale di circa 200 professionisti attivo sin dal 1965 e cresciuto negli anni in modo significativo grazie al contributo di molti Partner, con numerose attività in Italia, in Europa e nel Mondo.

Il Gruppo conta cinque uffici in Italia e diversi uffici esteri, oltre ad altre partnership nel mondo. La sua forte competenza è la capacità di supportare le aziende nella gestione integrata e sinergica delle quattro dinamiche critiche dei processi di generazione di valore: Vedere, Progettare, Realizzare e Valorizzare.

Da più di 50 anni al fianco delle imprese italiane, ogni anno serviamo nella Consulenza circa 400 clienti realizzando più di 20 Studi e Scenari strategici indirizzati a Istituzioni e aziende nazionali ed europee e circa 30 Patti di Governance per altrettante famiglie imprenditoriali. A questi numeri si aggiungono circa 2.000 esperti nazionali ed internazionali che ogni anno vengono coinvolti nei 300 eventi realizzati per gli oltre 10.000 manager accompagnati nei loro percorsi di crescita

.Il Gruppo beneficia di un patrimonio inestimabile di relazioni internazionali ad altissimo livello nei vari settori di attività, compresi i responsabili delle principali istituzioni internazionali e dei singoli Paesi. Per il quintoanno consecutivo, The European House –Ambrosetti è stata nominata primo think tank italiano privato, tra i primi 10 in Europa e nei primi 100 più apprezzati Think Tank indipendenti su 6.846 a livello globale nell’edizione 2017del Global Go To Think Tanks Report dell’Università della Pennsylvania.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *