Castlevania

Il videogioco , in giapponese (Dracula del castello del diavolo), mi è stato prestato per un tempo limitato da un mio amico meno di vent’anni fa ma durante quei mesi del 1998 ho dedicato gran parte del mio tempo libero a questo videogioco. Inizialmente uscito su floppy disk per Famicon Disk System, nel 1987 questo videogioco è stato convertito per i sistemi arcade di Nintendo, PlayChoice-10 e Nintendo Vs. Series.

Il videogioco è ambientato nel 1691 nel castello del che risorge ogni 100 anni. Il protagonista è il cacciatore di vampiri che combatte le forze del male del conte Dracula, attraverso la (vampire killer) posseduta da generazioni dal clan Belmont. Il videogioco si sviluppa attraverso 6 livelli che si concludono tutti con un boss finale da sconfiggere. Alla fine del sesto livello Belmont affronta e sconfigge il conte Dracula, facendo così crollare il suo castello. L’arma principale di cui egli si serve è la frusta ammazzavampiri, espandibile nel corso del videogioco, mentre armi secondarie, come croci, bottiglie di acqua santa, pugnali, asce e lo stop watch (una sorta di fermo immagine per pochi secondi) sono ricaricabili recuperando cuori che sono nascosti tra i candelabri o che compaiono dopo aver sconfitto i vari nemici. Tra le varie creature malefiche in cui si imbatte nel suo percorso, Simon Belmont affronta mummie, scheletri, pipistrelli, licantropi, (figura mitologica greca) e il mostro .

Sviluppo del gioco (Prima parte) : Nel primo livello, caratterizzato da una superficie arancione e sfondo grigio, Belmont incontra mummie e licantropi tra i suoi nemici mentre il boss finale è un pipistrello rosso da colpire con delle asce. Nel secondo livello compaiono elementi di difficoltà maggiore, tra cui il dover saltare su piattaforme sospese nel vuoto e colpire o evitare oggetti volanti dal movimento ondulatorio. Questo secondo livello si caratterizza per le mura del castello di colore viola e infine il boss finale è la figura mitologica di Medusa. Nel terzo livello i nemici sono principalmente scheletri che lanciano ossa insieme a pipistrelli e teschi di dinosauro sovrapposti che lanciano sfere rosse; le mura del castello sono di colore turchese per la maggior parte mentre il protagonista si muove su una superficie di mattoni arancioni. Alla fine del livello i nemici finali sono in realtà due e in particolare due mummie da colpire con bottiglie di acqua santa. Il quarto livello si sviluppa su un piano superiore ed uno inferiore : il più difficile è oggettivamente il primo poiché qui il protagonista deve saltare diverse volte su piattaforme per evitare di cadere nel vuoto e poi spuntano nemici all’improvviso dal basso verso l’alto. Terminata la prima parte, ci si addentra in alcuni spazi angusti del castello di colore blu e arancione. In entrambi i piani del livello compare un nuovo mostro rappresentato da un teschio di dinosauro che lancia sfere e che allunga il collo fissato sulle mura. Alla fine il boss è uno dei personaggi horror più conosciuti, il mostro Frankestein.

Sviluppo del gioco (Seconda parte) : Nel quinto livello il piano è costituito da mattoni turchesi mentre le mura sono di colore grigio; i nemici iniziali sono dei semplici scheletri rossi lancianti ossa e cavalieri corazzati lancianti asce. Nella seconda parte si ripresentano altri nemici già incontranti in livelli precedenti come i doppi teschi sovrapposti di dinosauro lancianti sfere rosse. Il boss finale di livello è un’altra figura classica horror, il o , da affrontare nel modo migliore lanciando asce a ripetizione. Nel sesto e ultimo livello, il piano è costituito da mattoni arancioni e le mura sono di colore grigio; così come all’inizio del quarto livello qui il protagonista deve saltare diverse volte su piattaforme sospese nel vuoto incontrando nel suo percorso diversi pipistrelli della stessa tipologia del mostro finale del primo livello; i principali mostri sono scheletri grigi lancianti ossa e aquile che dall’alto lasciano cadere piccole creature rosse che balzano sul pavimento. Nel passaggio finale di livello, caratterizzato da un piano di colore rosso porpora, si affronta il nemico numero uno, il conte Dracula. Quest’ultimo compare per alcuni secondi lanciando tre sfere infuocate e poi scompare; lo si può neutralizzare saltando ed evitando le sue sfere da distanza ravvicinata e contemporaneamente colpendolo in testa con la frusta. Per questa sua caratteristica di comparsa – scomparsa a intermittenza mi ricorda il mostro finale del videogioco Double Dragon III, con la differenza che in quel caso il nemico (la principessa egiziana) quando ricompare può colpire i protagonisti riaffiorando dal pavimento con una fiamma. Una volta neutralizzato Dracula non è ancora finita! Infatti lo stesso si trasforma in un grande tricheco blu, molto arduo da sconfiggere. Alla vittoria finale sul conte Dracula segue il crollo del castello dello stesso, accompagnato dalla musica intitolata Voyager.

Indubbiamente le varie musiche del videogioco rappresentano uno dei suoi elementi più caratteristici. Esse sono state realizzate tutte dalla compositrice giapponese . Questa è la lista delle varie musiche del videogioco, dal primo livello alla battaglia finale col conte Dracula :

Vampire Killer – 1º livello

Stalker – 2º livello

Wicked Child – 3º livello

Walking On The Edge – 4º livello (piano superiore)

Stalker – 4º livello (piano inferiore)

Heart of Fire – 5º livello

Out of Time – 6º livello

Poison Mind – Combattimento con i boss

Nothing To Lose – Battaglia con Dracula (1ª fase)

Black Night – Battaglia con Dracula (2ª fase)

La compositrice delle musiche di Castlevania  Kinuyo Yamashita
La compositrice delle musiche di Castlevania Kinuyo Yamashita

Quindi ogni livello è caratterizzato da una sua musica ma, in base ai miei gusti soggettivi, è quella del quinto livello Heart of Fire la più originale e intrigante :

In questo video vi è un’esecuzione al pianoforte della stessa musica :

Ed infine chiudo l’articolo con una dimostrazione di gioco dell’ultimo livello :


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.