Manutenzione completa PC

Come l’avvento di dispositivi mobili, sicuramente l’altro pc di casa, o rimane sempre comunque il nostro migliore amico, per lavorare, ma anche per svago, per seguire i nostri programmi televisivi preferiti, o magari perché no, come passatempo, qualunque sia l’uso che ne facciamo del nostro computer di casa, egli ha bisogno comunque di manutenzione costante e non pensiamo che i programmi possono fare quello che noi per primi manualmente abbiamo l’opportunità realizzare.

I siti internet sono pieni di programmi che promettono la manutenzione completa è costante del nostro computer fisso, da cc cleaner, Advanced SystemCare, questi programmi non sono del tutto inutili, ma se li installiamo, siamo certi che potranno riuscire a risolvere le nostre problematiche? E soprattutto questi programmi sostengono di poter mantenere il monitorare il nostro sistema operativo, i nostri browser, le nostre cartelle, ma chi invece controllerà questi programmi sopracitati che abbiamo installato per la manutenzione del nostro PC? La risposta, nessuno riuscirà a controllarli, allora, siamo liberi comunque installarli ma è bene conoscere come funziona il nostro PC per poterlo mantenere in vita al più lungo possibile e soprattutto leggero pulito e in forma.

La prima cosa da sapere è che il computer, quindi il sistema operativo e lavora a fisarmonica, proprio come un musicista, suona le sue migliori note mentre noi siamo lì a lavorare, divertirsi a guardare film, a scaricare creare musica e quant’altro, ma per fare tutto questo come ogni strumento si impolvera, il sistema fisarmonica del nostro PC quindi raccogli polvere, i cosiddetti cookies per intenderci, la faranno da padrone nel nostro sistema operativo e soprattutto nel nostro Browser.

La fisarmonica si riempie di polvere e quindi è necessario correre ai ripari anche se la prima cosa da sapere è questa, il sistema operativo Windows già dotato di autopulitura, che periodicamente nel momento dello spegnimento del nostro PC, viene elaborata, ma tutto questo non basta vediamo perché.

La prima cosa da fare a livello settimanale, r Carrefour su Start, tutti i programmi, Accessori, utilità di sistema, ed infine cliccare su unità di deframmentazione disco, non è detto che la deframmentazione quindi la pulizia dei file obsoleti sia sempre necessaria, sarà il computer a deciderlo e come fare? Mettiamo su analizza disco di deframmentazione, e sarà il nostro pc a decidere se sarà il momento di procedere con la deframmentazione del disco.

L’altra operazione da effettuare periodicamente almeno una volta a settimana e la pulizia del disco manuale, ecco come fare, richiamo ci su Start, tutti i programmi, Accessori, utilità di sistema, pulitura disco, clicchiamo OK nella seconda schermata dopo la prima polizia, andiamo avanti lasciamolo lavorare, dopodiché clicchiamo su visualizza file e pulizia automatica, nella successiva schermata ci verrà richiesto se vogliamo eliminare i file obsoleti e duplicati, la scelta consigliata e di cliccare OK e lasciar continuare a lavorare fino a terminare dell’operazione.

Questa prima fase fondamentale il periodico ci permetterà di mantenere in ottima salute il nostro vicino, ma adesso viene il bello, quante volte c’è capitato di scaricare un programma che magari eravamo convinti ci servisse, e poi lo abbiamo disinstallato tramite il pannello di controllo su funzionalità di programmi? Siete sicuri che quel programma si è disinstallato completamente? La risposta è no!

Il computer una volta disinstallato un programma, lascia del proprio sistema operativo, quindi nel registro, le chiavi di registro del programma che abbiamo installato, come fare quindi per disinstallare definitivamente il programma che non ci interessa più è che magari è quella chiave di registro si annida da anni nel nostro sistema operativo? O magari quel banner tanto odiato che sia andato ad andare nel nostro browser e non riusciamo a toglierlo, la risposta è sempre la stessa si trova nella chiave di registro, ma come fare per eliminare le chiavi di registro dei programmi, dai banner, e dei plugin indesiderati?

Rechiamoci sempre su startup, nella barra di ricerca scriviamo reghedit, attenzione questa è una riga di comando quindi, prima di procedere, assicuratevi di conoscere quanto meno ciò che andate a disinstallare. Digitato questo comando Alcatel su software, local machine nel menù a tendina che vi si apre.

All’interno del menù local machine cerchiamo in ordine alfabetico il programma che non usiamo più e quindi la sua relativa chiave di registro, qui troveremo non solo il programma ho i programmi che non usiamo o che abbiamo già disinstallato, ma troveremo anche i vari plugin o banner che non ci permettono di navigare correttamente, procediamo con la loro eliminazione, come fare?

Una volta individuato il nome del programma, del plugin, o del banner andiamoci sopra con il mouse cliccando a destra, dopodiché procediamo con “elimina”.

A questo punto il nostro PC non solo è pulito ma è anche protetto dai vari banner o dai plugin, ma soprattutto e libero delle chiavi di registro inutili dei programmi che sono stati disinstallati, la raccomandazione è di astenersi dal eliminare qualunque tipo di programma o estensione legata a Windows altrimenti rischieremo di danneggiare definitivamente il nostro computer.

Se non siamo ancora non soddisfatti e siamo dei veri e propri smanettoni rechiamoci nelle impostazioni del nostro Browser, e per evitare noiose situazioni con i vari siti cerchiamo di bannare definitivamente i messaggi pubblicitari e le pagine a comparsa recandosi semplicemente sei impostazioni del browser predefinito, ad esempio Google Chrome impostazioni, blocca pubblicità e pagine a comparsa.

Quest’ultima operazione e anche l’ambiente una manna a meno che, non ci si imbatte in uno dei numerosi siti che richiede l’accesso alla pagina pubblicitaria per essere visualizzato correttamente, in questo caso è semplicemente necessario tornare sulle impostazioni del nostro browser e spuntare nuovamente l’accesso ai siti pubblicitari.

In fondo il computer è soltanto una macchina e per quanto intelligente che possa apparire, una macchina rimane, non ha intelligenza artificiale che se non siamo noi per primi a mantenere la sua intelligenza fluida, la memoria si rallenterà in men che non si dica, se vi state chiedendo se queste sono operazioni che spesso i vostri amici informatici, o tecnici utilizza la davanti al vostro pc, non risposta e per uno 70% positiva, quindi prima di gettarli nel panico, memorizzate queste procedure.

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.